Home Il Museo

Tra i vari scopi dell'associazione vi è quello di ricercare raccogliere e rendere fruibili al pubblico una serie di oggetti e utensili  che nel corso della storia sono stati utilizzati  per produrre presentare e servire il gelato.
Questa raccolta iniziata qualche anno fa si è prefissa l'obiettivo di ricercare quegli oggetti che più di altri sono emblematici di un progresso significativo nella produzione del gelato sia artigianale che industriale con i relativi accessori e supporti.
E' ovvio che la scelta, le varietà e le tipologie degli oggetti sono infinite specialmente nel settore artigianale, dove  il gelatiere si faceva realizzare da qualche artigiano locale lo strumento che gli serviva, secondo uno schema e un progetto realizzato empiricamente quasi mai standardizzato funzionale all'esigenza del momento.
Questo fenomieno è particolarmente  evidente per le  attrezzature realizzate prima del secondo conflitto mondiale, successivamente il processo di industrializzazione, con il miglioramento e la standardizzazione dei materiali reperibili, l'abbassamento dei costi e sopratutto l'aumento della richiesta di gelato ha reso conveniente produrre su scala industriale le macchine i refrigeratori e tutti quegli accessori necessari a produrre il gelato artigianale.
E' inevitabile che per far fronte al grande numero di richieste provenienti da tutti quegli esercizi che pur non essendo in grado di produrlo artigianalmente, non vogliono rinunciare ai guadagni che ne derivano,ha fatto si che anche il gelato diventasse oggetto di processi di industrializzazione, al pari di altri prodotti alimentari.
Questo processo di industrializzazione si orienta  sia verso i singoli ingredienti (basi) utilizzate da molti gelatieri artigianali, sia per  il prodotto finito che viene fornito già pronto per il consumo in appositi contenitori dalla forme più eterogenee (coppe, coni, vaschette, bicchieri di plastica o carta, biscotti etc.)
La raccolta di questo museo è orientata prevalentemente verso la fase preindustriale, quella che per certi versi ammanta di un' aura di romanticismo la fase pionieristica di questo fenomeno.