Home GELATO E ARTI FIGURATIVE

Il gelato nelle arti figurative

Non sono molto gli artisti che nel corso dei secoli hanno tratto ispirazione dal gelato. A partire dal Settecento è possibile trovare delle stampe o delle incisioni che raffigurano scene di vita quotidiana: la preparazione del gelato, la sua vendita, i caffé dove era consumato... Bisogna arrivare al Novecento, quando il gelato diviene oggetto di consumo di massa, per trovare deglli artisti che raffigurano il gelato nelle loro foto o nei loro quadri.

Ferdinando Botero, per esempio ha eseguito nel 1990 una Natura morta con gelato. Nella Ragazza con gelato una giovane donna, dalle consuete giunoniche forme, è raffigurata di profilo mentre sta leccando un cono con una pallina di gelato verde (al pistacchio?).

Ma l'artista che più si è lasciato ispirare dal gelato è stato José van Roy Dalì, il figlio di Salvator Dalì, che nel corso della 31 MIG ha esposto una serie di opere sotto il titolo "I Gelati Rigidi".